Estratti rivista Archive

Estratto: La controriforma in pillole

BRUTTURE AUTORITARIE SUL NUOVO SENATO E SUL NUOVO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Il Senato, che dovrebbe rappresentare le Regioni, non potrà avere rappresentanti dei governi regionali, ma solo dei Consigli, in barba alle dichiarate funzioni di raccordo fra enti territoriali e governo centrale e allo sbandierato modello del Bundesrat tedesco ( che invece è formato dai

Le ragioni del no alle controriforme costituzionali: ieri e oggi

di Gerardo Lisco. 25 e 26 giugno 2006, 4 dicembre 2016: a dieci anni di distanza, si celebra un nuovo referendum costituzionale. Le ragioni del No, pur essendo cambiato il segno politico del governo che ha proposto la controriforma costituzionale, restano le stesse. Secondo la definizione data da Alessandro Pizzorno, la Costituzione sta ad indicare

Banche

di Giorgio Cremaschi. Immaginiamo che in una città siano stati tolti i limiti di velocità per le automobili, che siano stati aboliti gli Stop agli incroci e messi sul giallo tutto i semafori e che, in nome della velocità di scorrimento del traffico, si diano premi agli automobilisti che corrono di più. In un tale

Al peggio non c’è mai fine

di Maria Rosiello  (l’articolo riguarda un dibattito sui problemi della scuola e più specificamente la legge 107/2015). Ogni epoca storica ha una sua specificità che si riflette in tutte le manifestazioni individuali e sociali di cui essa è espressione. La scuola, inserita in un particolare contesto storico-ambientale, deve rispecchiarne le peculiarità, interpretarle e tradurle in

Una battaglia a difesa della Democrazia

di Francesco Castelgrande. Il referendum sulla riforma costituzionale è ormai certo, perché la maggioranza è lontana dai due terzi dei componenti sia alla Camera che al Senato. Si ricorda che il referendum è strumento dato dalla Costituzione a chi si oppone alla riforma e a non a chi lo approva. Quindi la trasformazione in un

I motivi per votare SI’ il 17 aprile

di Tiziana Medici – NO TRIV Basilicata Abbiamo sperimentato qui in Basilicata da più di 20 anni che le estrazioni petrolifere non portano sviluppo: continuiamo ad essere un popolo povero, senza lavoro, senza prospettive (perché anche quei pochi che lavorano tra un po’ di anni si troveranno di nuovo sulla strada), un popolo destinato ad

Uno strumento fondamentale di contrasto alla corruzione

Lo stillicidio di scandali che la cronaca riporta quotidianamente non lascia dubbi sulla validità della classifica che ci pone al primo posto fra gli stati più corrotti d’Europa. Anche se non esiste ormai angolo di mondo che possa dirsi esente dalla corruzione, il livello abnorme che questa triste piaga ha raggiunto in Italia ha creato

Noi dentro questa guerra

Dalla strage di Parigi ad oggi, in un crescendo a dir poco inquietante e sospetto, assistiamo ad un continuo tam tam, ad  una sorta di chiamata alle armi di governi (Francia in testa e Stati Uniti) e forze politiche dell’estrema destra al grido: siamo in guerra. Un grido cui non fa mancare il suo contributo

L’amianto. Un nemico sconosciuto e da battere

Vittime i lavoratori, le donne e il territorio. Anche in Basilicata, dove l’incidenza dei tumori è nettamente superiore a quella che si registra nelle regioni del nord Italia. Le fibre di amianto, derivato da vecchi tubazioni in cemento-amianto in via di disgregazione, posso altamente inquinare l’acqua potabile e le condutture. Seri studi scientifici evidenziano l’associazione

Non basta il titolo di una legge per avere una “Buona scuola”

1.Valutazioni della scuola italiana. Lo scorso mese di luglio il Parlamento Italiano ha approvato la legge 107/2015, meglio nota come “Buona scuola”. Se bastasse il solo titolo di una legge per cambiare e migliorare la situazione della scuola, saremmo i primi ad esserne felici. Che poi la scuola italiana avesse bisogno di una riforma, lo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi